Sei gradi


La teoria dei sei gradi di separazione è un’ipotesi secondo cui qualunque persona può essere collegata a qualunque altra persona attraverso una catena di conoscenze con non più di 5 intermediari.

Non so se si possa considerare un plagio, ma la precedente frase l’ho copia-incollata da Wikipedia. Ormai è così, la fonte del sapere è un’enciclopedia che in realtà non esiste, e che di fatto non è in nessun luogo, ma nello stesso tempo è ovunque. Detta così, Wikipedia sembra quasi un’entità divina, e il che, un po’, fa rabbrividire.

Fa rabbrividire perché siamo sempre più abituati a prendere come scienza infusa, come assioma vero e inoppugnabile, qualcosa che è stato scritto da uno “sconosciuto”, da una persona a noi completamente ignota. Magari questo “sconosciuto” è un nerd trentenne che ha passato metà della sua vita sfogliando manga-che-Dio-solo-sa-perché-si-leggono-al-contrario e l’altra metà guardando trailer di ipotetici sequel di Star-Wars che non usciranno mai.

E ora vi chiedo, sareste voi disposti ad ascoltare questa persona appena descritta e a prendere per vero tutto quello che vi dice? La risposta è sì, lo siete: infatti lo state già facendo.

O forse lo “sconosciuto” di cui ciecamente vi fidate è il vostro vicino di casa… E siamo sinceri, il vostro vicino di casa, sotto sotto, è un po’ un pirla. So che lo pensate! Beh, vi fidereste di lui? Io, sinceramente, no.

Ma ogni giorno, tra le miriadi di enciclopedie che si trovano in biblioteca e l’unica e sola enciclopedia on-line che si trova in rete, voi scegliete, per pigrizia o per comodità, la seconda alternativa. È una scelta (la stessa che ho fatto io, per altro), ma ricordiamoci sempre che non è né l’unica né la migliore fra le scelte disponibili. Esistono, inoltre, ottime -e comodissime- soluzioni on-line, al di là della più nota Wikipedia: Treccani è un enciclopedia attenta e dettagliata, e, per di più, credo che il numero di errori in essa contenuto sia pari a zero. Usatela qualche volta!

Sia chiaro, Wikipedia dà quasi sempre informazioni corrette e puntuali. Le due parole chiave della precedente frase sono, ovviamente “Quasi” e “Sempre”. Ribaltando la frase, potremmo dire che wikipedia qualche volta dà informazioni erronee o imprecise. Che a volte siano errori banali e quasi buffi, come quello che ha vista coinvolta la pagina di Wikipedia su Papa Francesco, o che siano errori più gravi, bisogna comunque fare attenzione.

(Se nessuno ti chiama più a casa tentando di venderti pletoriche enciclopedie, c’è una ragione.)

challenge-accepted-meme-this-list-is-incomplete

Ah, già, della teoria dei sei gradi di separazione non ne ho più parlato. Beh, lo farò la prossima volta.

Jean

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...